Il cane guarda alla luna

Il cane guarda alla luna
come a un amica a cui confessare
il suo sogno di fuggire e dimenticare.
Fuggire dal dolore di non essere lupo
dalla paura del buio
dimenticare di aver bisogno di un padrone per mangiare
e di una corda per camminare.
E la luna cortese ricambia con lo sguardo di una madre
che spiega al figlio che non tutto è come appare
a volte avere un padrone è un buon affare
ti permette di vivere senza avere niente a cui pensare.
Il cane guarda alla luna
e ha lo sguardo triste del bambino
a cui la madre ha appena detto
che c’è sempre un recinto
dove c’è un giardino.