Mese: Luglio 2021

Divano e cuffie

Divano e cuffie.Johnny Cash canta Hurt.Poi magari mi riguardo i Goonies.Sul comodino del letto ho un libro di Steinbeck e uno di Henry Miller.Non ho mai il tempo di pensare alle cazzate su cui non ho nessun potere decisionale.Ho abbastanza empatia per non farmi… Continua a leggere “Divano e cuffie”

Alberi

Gli alberi fanno parlare il vento.E nessuno può contraddirli.Ci si può fermare ad ascoltarli e finalmente avere la certezza che qualcuno ci sta dicendo la verità.

Il male minore

Alla fine mostrare il culo è il male minore.Molto meglio che fare l’opinionista da Social esprimendo pareri su tutto.Molto meglio che condividere stupidi aforismi su amori finiti o esistenzialismo da quattro soldi.Un bel culo è rassicurante, le opinioni destabilizzano.Milioni di umani che in una… Continua a leggere “Il male minore”

Jackson Hole

L’insegna al neon colorava di rosso la nebbia.Entrai nel club per sentire della musica.Mi sedetti a bordo pista.Io, una birra e la solitudine a farmi compagnia.Li guardai ballare ed era come osservare la spiegazione di cosa fosse l’amore.Era una spiegazione che cancellava tutto ciò… Continua a leggere “Jackson Hole”

Parlavo con Lei

Parlavo con lei che aveva il viso appoggiato sul cuscino.Ci si guardava come se fossimo stati sdraiati nello stesso letto con un Pacifico o un Atlantico di mezzo.Avevo appena goduto di un tramonto che persino io, non appassionato di tramonti, sono stato costretto a… Continua a leggere “Parlavo con Lei”

In cosa credi?

“In cosa credi?”Credo nella paura e nella gioia.“Cosa ti fa credere nella paura e nella gioia?”La paura ha sempre cercato di salvarmi. La gioia ha sempre dimostrato di volermi bene.“E non credi in niente altro?”Fammici pensare. Credo nello spazio e nel tempo. Più allo… Continua a leggere “In cosa credi?”

La gioventù

La gioventù ci attraversa silenziosacome camminasse in un boscoimpaurita dai lupie dalle trappole dei cacciatorie ci abbandonalasciando traccedi foglie scompigliatee di rami spezzati.G.P.Post Scriptum:Mi sta sul cazzo la forma d’arte chiamata poesia, ritengo i poeti degli impotenti che usano le parole come fossero pastiglie… Continua a leggere “La gioventù”

Mica la volevo comperare

Mica la volevo comperare.Ero entrato per provarla.Le pratiche burocratche mi avrebbero concesso il tempo necessario per impedirmi di fare una cazzata.Entro, chiedo al venditore di poterci fare un giro, torniamo al concessionario e mentre faccio per rimetterla a posto il venditore mi dice: “Portatela… Continua a leggere “Mica la volevo comperare”