La foto di mia madre

Ho trovato in una scatola la foto di mia madre.
Una foto ingiallita.
Ho deciso di colorarla.
Colorare da adulto la propria madre bambina è stato come fare un salto mortale atterrando sulle ginocchia di fronte al tempo che simile a un dio invecchiato ti chiede come tu ti sia permesso tanta arroganza.
Ciò che il tempo scolorisce possa l’uomo non colorare.
Ma disubbidire mi fa stare bene, il tempo ha sorriso e mi ha lasciato andare.
E ora mia madre è a colori e io in bianco e nero.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: