La foto di mia madre

La foto di mia madre

Ho trovato in una scatola la foto di mia madre.
Una foto ingiallita.
Ho deciso di colorarla.
Colorare da adulto la propria madre bambina è stato come fare un salto mortale atterrando sulle ginocchia di fronte al tempo che simile a un dio invecchiato ti chiede come tu ti sia permesso tanta arroganza.
Ciò che il tempo scolorisce possa l’uomo non colorare.
Ma disubbidire mi fa stare bene, il tempo ha sorriso e mi ha lasciato andare.
E ora mia madre è a colori e io in bianco e nero.

Se scrivessimo d’amore?

Se scrivessimo d’amore?

Se scrivessimo d’amore?
Qualcosa che faccia effetto.
Devo prima inventarti come se fossi l’unica possibile, la migliore e insostituibile.
Poi devo darti una bocca da baciare, fingermi orso e trasformarti in miele, e per avere più likes devo scrivere che sarà per sempre ma per sempre davvero.
Ci metto dentro un tocco di magia dicendo che volo quando mi dici che sei mia.
Non ci vuole molto a far smuovere la gente quando si scrive d’amore, basta che racconti una storia impossibile dicendo che è vera, del tipo che te ne si andata e poi sei tornata, o che quando mi hai tradito lo hai fatto perché volevi lanciarmi un segnale e per fare un pò pena dire che ti ho perdonato e abbiamo finito la serata facendo l’amore.
Tra l’incoscienza e la ragione, quando si scrive d’amore fai commuovere anche quando racconti che ti sei comportato come un coglione.
E poi per terminare nomina la speranza, il cielo in una stanza, e non dimenticare di sottolineare che quando si ama si supera ogni distanza.
Non ci vuole veramente un cazzo per scrivere qualcosa di decente quando si parla d’amore, è come fare una bella fotografia davanti a un deserto, tu pensi di essere un artista, ma l’artista è la sabbia tu hai solo schiacciato un pulsante sotto un sole accecante.
Stavi pensando che la manderai con un whatsapp a quella che non ti ha mai cagato, le scriverai “amore mio, sono in mezzo al nulla e ti ho pensato”.
E lei ti risponderà:
“amore mio se sei in mezzo al nulla sei perfettamente mimetizzato approfittane per fare qualche cazzata senza essere guardato”.
No non ci vuole proprio niente a scrivere d’amore, puoi inventare qualsiasi cosa e ti diranno bravo il problema sorge quando vorresti dire qualcosa di vero, perché l’amore per davvero non si fa trovare, non si fa vedere, non si fa nemmeno guardare e col cazzo che si fa raccontare..