Lei

Lei e’ un immagine sbiadita , un desiderio sottile come un filo d’acqua che scorre dal rubinetto al lavabo , e le mie mani di bambino giocano ad interromperlo. L’eterno è una veloce intuizione , un suono che distrae , ti volti di scatto e ne scorgi l’ombra fuggente , l’ombra di una forma senza forma , solo una veloce intuizione. La notte avvolge , le macchine sorpassano , procedo lentamente , non mi sorprendo nemmeno più della mia abilità di guidare un mezzo meccanico , ci si abitua a tutto . La mia vita è un film in bianco e nero , una chicca per cinefili , un piano sequenza che sembra non finire mai , una storia che porta verso la fine riavvolgendosi su se stessa con contini riferimenti al suo passato. La storia di una nostalgia continua.
G.P.
Photo by Guido Prussia

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: