Notte

I piedi vanno a caccia dell’ultimo lembo di lenzuolo per sentirsi al caldo.
Una mano si infila sotto il cuscino e l’altra si adagia su un fianco
La casa si immobilizza per qualche ora.
Il computer è rimasto acceso, ma non c’è la voglia di alzarsi per andare a spegnerlo.
La bottiglia d’acqua sul comodino è vecchia di tre giorni, era gasata, era.
I calzoni sono gettati sul tappeto e il gatto ci va a dormire sopra.
Si cerca una posizione comoda ormai arresi all’evidenza che non esiste posizione perfetta per addormentarsi.
E poi si dorme e si avvicina la notte al giorno come estremi di un foglio che si piegano su se stessi nascondendo al loro interno sogni che durano il tempo di un sogno.P1100167

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: