Categoria: In viaggio

Primo Incontro con gli indiani

La prima volta che incontrai gli Indiani era il 1984, avvenne poco prima di arrivare alla Monument Valley. Stavo percorrendo la 163 quando sulla sinistra vedi delle casupole di legno con delle bandiere e decisi di fermarmi. Voltai, parcheggiai, scesi dall’auto e li trovai… Continua a leggere “Primo Incontro con gli indiani”

Alice Spring

io e l’aborigeno ad Alice Spring lui succhia ghiaccio io sogno un gelato io quando parla non capisco un cazzo lui non capisce un cazzo quando parlo io lui urla alla sua donna di portare altro ghiaccio io penso alla mia donna che ora… Continua a leggere “Alice Spring”

Book Soup

C’e un aria strana su Sunset. Un aria triste, malinconica. L’aria di una notte senza amici. Mi chiudo nella solita libreria, annuso l’odore della carta, dei pensieri, delle parole, delle certezze, dei dubbi, delle paure, dell’amore, delle foto, del legno. Mi faccio mille domande,… Continua a leggere “Book Soup”

Un occhio aperto e un occhio chiuso

Un occhio aperto e un occhio chiuso.Quello chiuso serra la porta del sogno, quello aperto perlustra la realtà. Tre metri quadri di giardino invasi dalle lucertole, la stanza delle cose dimenticate, non ho mai vinto nulla e tu sei circondata da trofei. Passai accanto… Continua a leggere “Un occhio aperto e un occhio chiuso”

Posto di ristoro tedesco

Posto di ristoro tedesco. Donna che allatta bambino, grassona che si ingozza di hamburger, teenager che cammina con aria scaglionata e motociclista che guarda con aria innamorata la sua BMW. Coda di auto verso Nord, traffico scorrevole verso Sud. Un uomo seduto a un… Continua a leggere “Posto di ristoro tedesco”

Le rondini di Terezin

Le rondini amano le docce del Grand Hotel Terezin. E puoi credere in cio’ che vuoi puoi credere che siano angeli o anime di bambini o spiriti di artisti che con le ali scrivono poesie nell’aria. Al Grand Hotel Terezin si sente una gran… Continua a leggere “Le rondini di Terezin”

Camera D’albergo

La camera d’albergo è per sua natura disinibita, prova sentimenti fragili e il suo aspetto tradisce solitudine e smarrimento. E’ certamente superficiale, non per sua indole ma per scelta, sa che legarsi troppo a un ospite renderà piu’ triste l’addio. A volte è trionfalmente… Continua a leggere “Camera D’albergo”

All’alba

All’alba da starbucks, prima dell’arrivo dei “normali”, si ritrovano tutti i barboni della zona per prendere un caffè. Se ne stanno ognuno per conto proprio, silenziosi, centellinando il caffè come se fosse l’ultima riserva di acqua prima dell’ennesima traversata del deserto.